Le Agevolazioni Fiscali

Agevolazione Fiscale Mutui

Nel caso dei mutui, l’imposta di registro, ovvero l’IVA ipotecaria (o catastale) è sostituita da un altro tipo di imposta, detta appunto “imposta sostitutiva”.

L’atto è soggetto all’imposta sostitutiva nella misura dello 0,25% in caso di mutui rivolti della prima abitazione. In tutti gli altri casi è fissata nella misura del 2%.
L’imposta sostitutiva è trattenuta direttamente dalla banca o dall’istituto finanziatore nel momento dell’erogazione.

Gli interessi passivi che occorre pagare per un mutuo ipotecario, stipulato per l’acquisto della prima casa, sono detraibili dall’IRPEF. La detrazione è pari al 19% su un importo massimo di 3.615,20 €.

Questo solo previa verifica delle seguenti condizioni:

- L’unità immobiliare deve stata adibita ad abitazione principale entro e non oltre 12 mesi trascorsi dall’acquisto;
- L’acquisto dell’immobile in questione deve essere avvenuto nei 12 mesi antecedenti o successivi alla data di stipulazione del mutuo;
- In caso di acquisto di un immobile locato, deve esser stato notificato al locatario atto d’intimazione di licenza (o di sfratto) per finita locazione, entro e non oltre 3 mesi dalla data d’acquisto. Entro 1 anno dal rilascio dell’immobile da parte del locatore, esso deve risultare adibito ad abitazione principale.

Le suddette agevolazioni e detrazioni sono previste anche relativamente alle spese previste per i lavori e gli interventi di ristrutturazione.

Attenzione! Inserisci un indirizzo email valido.
Riceverai una mail con le istruzioni per la pubblicazione del tuo commento.
I commenti sono moderati.
Nome
E-Mail
Sito Web
Commento
Accetto informativa per la privacy
Accetto informativa per i dati personali

Grazie, riceverai una mail con le istruzioni per attivare il commento!
Se non ricevi il messaggio controlla anche tra la tua posta indesiderata,
il messaggio potrebbe essere erroneamente considerato come spam.